Quali sono le cause dell’anemia?

28/10/2020

L’anemia è una condizione patologica che si manifesta quando i livelli di emoglobina nel sangue sono al di sotto della normalità. Esistono molti tipi di anemia e si differenziano principalmente in base alle cause. In questo articolo approfondiremo nello specifico le cause dell’anemia sideropenica o anemia da carenza di ferro.

Anemia: cause e disturbi

I valori normali di emoglobina (Hb) negli adulti sono:

  • 13,4 – 17,5 g/dL nell’uomo;
  • 12 – 15,5 g/dL nella donna.

Quando vengono misurati valori inferiori si parla di emoglobina bassa. Le anemie sono patologie caratterizzate da valori di emoglobina al di sotto della normalità. Ciò comporta una ridotta capacità di trasportare l’ossigeno da parte dei globuli rossi del sangue. 

In base alle cause si distinguono tre tipi di anemia:

  1. Anemie causate da perdite di sangue;
  2. Anemie con ridotta produzione di globuli rossi che possono essere correlate alla carenza di ferro, alla carenza di vitamina B12 o a tumori del midollo osseo;
  3. Anemie con aumentata distruzione dei globuli rossi determinate da cause genetiche (es. anemia falciforme), correlate a malattie autoimmuni o a infezioni e malaria.

Le anemie interessano circa un quarto della popolazione mondiale. Alcuni tipi di anemia, come l’anemia mediterranea, l’anemia falciforme o l’anemia di Fanconi hanno origine ereditaria e hanno un’incidenza minore rispetto all’anemie da carenza di ferro che invece colpisce circa 700 milioni di persone nel mondo. L’anemia da carenza di ferro si riscontra maggiormente nelle donne, nei bambini e negli anziani. Si stima che in Italia il 7,1% delle donne e il 2,8% degli uomini soffra di carenza di ferro per motivi correlati all’alimentazione.

I sintomi correlati alle anemie possono variare a seconda della velocità con cui si instaura un’anemia. Le anemie che si instaurano lentamente sono caratterizzate da una sensazione di stanchezza generalizzata, debolezza muscolare, difficoltà nel respiro (anche a riposo), mal di testa e irritabilità. Quando l’anemia si verifica velocemente (ad esempio in seguito a un trauma o a un’importante perdita di sangue) si manifesta una sensazione di svenimento, stato confusionale e un aumento della sete. Il colorito pallido della pelle e delle mucose si presenta soprattutto quando i valori dell’emoglobina sono sensibilmente bassi rispetto ai valori normali. A seconda delle cause che determinano l’anemia si può avere una certa variabilità nel tipo e nell’intensità dei disturbi. 

Anemia da carenza di ferro: cause

Quando è presente una mancanza di ferro nell’organismo possono verificarsi alcuni dei sintomi elencati in precedenza. In questi casi il medico provvederà a verificare i livelli di emoglobina nel sangue, i livelli di ferro circolante nel sangue (sideremia), la transferrinemia e la ferritinemia prescrivendo delle analisi di laboratorio. Anche l’ematocrito, esame del sangue che indica (in percentuale) il volume del sangue occupato dai globuli rossi, può essere un utile strumento di indagine diagnostica. In ogni caso sarà il medico a fare la diagnosi facendo una anamnesi accurata del paziente.

Come contrastare l’anemia da carenza di ferro agendo sulle cause?

Quando siamo in presenza di un’anemia da carenza di ferro il medico potrebbe prevedere: 

Con la carenza di ferro a volte può essere presente anche una carenza di vitamina B12 e di acido folico: in questi casi il medico prevedrà una dieta ricca di alimenti che contengano anche la vitamina B12, come ad esempio la carne, le uova, il pesce, la soia e i cereali e l’acido folico (ne sono particolarmente ricche le verdure a foglia verde). 
Particolari condizioni fisiologiche (gravidanza, allattamento, mestruazioni) o patologiche (malattie che diminuiscono l’assorbimento del ferro nell’intestino) possono aggravare una condizione dicarenza di ferro già presente nell’organismo. In questi casi il medico valuterà la dieta migliore per riequilibrare il deficit di ferro e valuterà l’opportunità di consigliare un integratore alimentare per compensare la carenza o l’aumentata richiesta di ferro da parte dell’organismo.


Leggi anche
    Sucrosoma

    La tecnologia che garantisce il miglior assorbimento di Ferro.

    Scopri di più

    Hai già l’app di SiderAL®?

    Scaricala subito sul tuo smartphone!

    App Store
    Google Play