Frutta che contiene ferro: quale scegliere per il nostro benessere

28/10/2020

La frutta contiene nutrienti fondamentali per il nostro organismo ed è un prezioso alleato per la nostra salute. Fonte di zuccheri, acqua e vitamine, la frutta è importante anche per apportare all’organismo un minerale essenziale come il ferro. In questo approfondimento scopriremo insieme qual è la frutta che contiene ferro che può risultare utile per combattere le carenze o l’aumentato fabbisogno di tale nutriente. 

Perché è importante assumere ferro?

Dalla sintesi dell’emoglobina, al normale metabolismo energetico; dal supporto al sistema immunitario, al mantenimento della normale funzione cognitiva, il ferro permette il corretto svolgimento di alcune funzioni fisiologiche fondamentali del nostro organismo. Un’alimentazione varia e bilanciata permette di riequilibrare la quantità di ferro che il nostro organismo perde attraverso la sudorazione, le feci o, nel caso delle donne, attraverso le mestruazioni o l’allattamento. 

La frutta, in particolare la frutta secca, è tra gli alimenti di origine vegetale che possono aiutare l’organismo a mantenere i corretti livelli di ferro. Il ferro contenuto nella frutta è ferro non eme, ossia non è legato alle porfirine come nel caso del ferro eme presente nella carne o in altri alimenti di origine animale. Il ferro non eme ha una biodisponibilità inferiore rispetto al ferro eme, ma nel caso della frutta la minore biodisponibilità è compensata dalla presenza della vitamina C, nutriente che favorisce l’assorbimento del ferro inorganico o non eme a livello intestinale.

Quale frutta ricca di ferro possiamo consumare?

Spesso (e non solo quando si sta seguendo una dieta vegetariana o vegana) ci si chiede quali tipi di frutta possano essere utili per assumere regolarmente il ferro. In generale la frutta secca o disidratata contiene maggiori quantità di ferro rispetto alla frutta fresca. 

Il nostro organismo può ricavare una buona quantità di ferro da:

  • Frutta secca (pistacchi, anacardi, arachidi, noci, noci pecan, pinoli, castagne);
  • Pesche, prugne e albicocche secche o disidratate;
  • Frutti di bosco (lamponi, mirtilli, more);
  • Fragole;
  • Banane;
  • Ciliegie;
  • Ananas;
  • Avocado;
  • Fichi (sia secchi che freschi);
  • Kiwi.

L’importanza della frutta ricca di vitamina C

Della lista precedente va sottolineato che ananas, kiwi, ciliegie e fragole sono alimenti che apportano una buona quantità di vitamina C. Quest’ultima può favorire l’assorbimento del ferro inorganico contenuto nella frutta o in altri alimenti di origine vegetale assunti con la dieta. Anche le arance, seppure contengano modeste quantità di ferro, sono fondamentali nella dieta di chi soffre di carenze di ferro perché ricche di vitamina C.  

Quando abbiamo bisogno di assumere ferro?

Il ferro è un nutriente essenziale poiché svolge numerose funzioni importanti all’interno del nostro organismo. Tra le varie funzioni, il ferro contribuisce alla formazione dell’emoglobina, della mioglobina e di importanti enzimi che regolano alcuni processi metabolici; supporta la normale funzione del sistema immunitario e supporta la crescita ossea e la normale funzione del sistema cognitivo, soprattutto durante l’infanzia e l’adolescenza

La carenza determinata da una dieta povera di ferro è rara nei Paesi industrializzati. È più frequente la carenza determinata da disturbi nell’assorbimento o da condizioni fisiologiche che determinano una perdita o un maggior fabbisogno di ferro (ciclo mestruale, gravidanza, allattamento). Una sensazione di affaticamento e di stanchezza generalizzata è tra i primi sintomi di una carenza di ferro. 

Una dieta varia ed equilibrata, ricca di carne, verdura e frutta che contiene ferro, può essere integrata con un prodotto specifico. Per esempio, per contrastare eventuali carenze di ferro o in caso di aumentato fabbisogno di tale nutriente può essere utile un integratore alimentare della gamma SiderAL®
Con formulazioni specifiche per bambini e adulti, gli integratori della gamma SiderAL® contengono tutti il Ferro Sucrosomiale®, una particolare forma di ferro brevettata da Pharmanutra. Il Ferro Sucrosomiale®, rispetto al ferro tradizionale, viene assorbito più facilmente dall’intestino minimizzando gli effetti collaterali più comuni correlati all’assunzione di ferro (senso di pesantezza allo stomaco, gusto sgradevole in bocca, colorazione dei denti e della mucosa orale).


Leggi anche
    Sucrosoma

    La tecnologia che garantisce il miglior assorbimento di Ferro.

    Scopri di più
    Hai già l’app di SiderAL®?

    Scaricala subito sul tuo smartphone!

    App Store
    Google Play